Rinoceronti e leoni sedati, elefanti legati: la discussa verità dietro le foto del principe Harry

Nella Giornata Mondiale della Terra, celebrata il 22 aprile scorso, il principe Harry ha ricevuto molti complimenti per gli scatti di natura selvaggia che ha pubblicato sul suo profilo Instagram che condivide con la moglie Meghan: un elefante trasferito in Malawi, un rinoceronte minacciato che riposa appoggiando la testa su un tronco in Africa e un scatto molto ravvicinato dell’occhio di un leone del deserto a rischio estinzione.

La foto pubblicata dal principe Harry

La foto originale

Ma dopo gli elogi sono arrivate le critiche: l’immagine pubblicata da Harry mostra un ranger che sembra coraggiosamente controllare un elefante mettendosi davanti a lui. Ma lo scatto originale racconta una verità diversa: le zampe del pachiderma sono legate da una corda e non finisce qui. Frank Weitzer, la guida che accompagnava Harry, spiega che era stato anche “sedato” con un sonnifero e poco dopo il pachiderma è crollato a terra addormentato. Stesso trattamento è stato fatto per il leone del deserto e il rinoceronte anche loro “tranquillizzati” prima di essere trasferiti in una diversa regione del parco.

La portavoce ha detto che il Duca e la Duchessa si preoccupano profondamente della conservazione degli animali e il post è stato un “modo personale” per dimostrarlo. E per quanto riguarda il “taglio” della foto il tutto sarebbe avvenuto per il formato quadrato previsto dalla piattaforma di Instagram. Cosa che invece non è avvenuta sul profilo istituzionale del parco quando pubblicò la stessa immagine nel 2016.

Spiegazioni che non sono bastate a placare le critiche, soprattutto per aver omesso il discorso della sedazione. «Così non si racconta la realtà» scrivono in molti lettori aggiungendo: «Così vengono diffusi messaggi fuorvianti».